Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.stefanoscialotti.it/home/plugins/system/easygoogleanalytics/easygoogleanalytics.php on line 87
GOODNEWS2015

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.stefanoscialotti.it/home/plugins/content/loadformmaker/loadformmaker.php on line 20

GOODNEWS2015

GOODNEWS 2015

 il TG di buone notizie futuribili

 Una produzione  DinamoLab  per EXPO Padiglione Italia. Ideazione  e regia Stefano Scialotti

 

 

Premessa

Una vasta esperienza relativa ad iniziative basate sui TG come elemento ed estetica di comunicazione:  TG Minimo (TG3 Città dei Bambini di Genova);  SNONEWS(Torino 2006),  COUNTDOWN 2011 (Italia 150) ci hanno portato alla  proposta GOODNEWS2015 .

GOOD NEWS si articola in TG e SPECIALI. 

GOOD NEWS TG  realizza con gli studenti di diverse università italianei un TG che lancia  come appena avvenuta una notizia positiva di cambiamento relativa al tema scelto. Il dibattito e la comunicazione su WEB e su altri mezzi tradizionali consegue da questa notizia futuribile. La notizia positiva non è utopica, ma realizzabile.

GOOD NEWS TG  nasce con il Web Magazine di EXPO Padiglione Italia

GOOD NEWS TG .Una serie di  News futuribili  sui temi principali dell’ EXPO legati al Padiglione Italiano ideate e prodotte  in collaborazione con varie università italiane.

GOOD NEWS TG  Delle buone notizie non ancora realizzate, ma realizzabili. Una provocazione costruttiva fatta dagli studenti in collaborazione con Padiglione Italia. L’idea è : si può fare, facciamolo, noi vi aiutiamo

GOOD NEWS SPECIALI Sono dei reportages di 5/7 minuti dove in questo caso si evidenzia una buona pratica realizzata o un’iniziativa e tutti i risvolti positivi che può comportare, in collaborazione con MAE DGCS e diverse NGO italiane.

Obbiettivi. Creare un dibattito in modi originali e con forte impatto comunicativo sul tema scelto. Indurre gli studenti a proporre idee e possibili soluzioni sui temi dell’EXPO PADIGLIONE ITALIA. Coinvolgere personaggi, studiosi, istituzioni e gruppi privati. Contaminare i diversi media. Promuovere l’EXPO PADIGLIONE ITALIA  e promuovere l’ateneo.

La realizzabilità. GOODNEWS  ha come obbiettivo non formulare delle critiche,  ma anzi produrre idee e progetti realizzabili,  indurre nelle istituzioni e nella gente buone pratiche, coinvolgere le comunità  nella messa in moto di progetti sostenibili  per una migliore qualità della vita.

Il sito GOOD NEWS 2015.  Realizzato secondo il format ARTEFACTA  con una mappa interattiva online dell’Italia  che vede  le diverse  città e università coinvolte . Cliccando su ciascuna di esse  partono  i diversi TG  che permettono un viaggio multimediale attraverso le idee e le proposte degli under 25.

Approfondimenti: GOOD LINK.  Nei GOOD LINK si trovano una serie di approfondimenti realizzati con gli studenti. Quelli relativi ai temi trattati nel TG, ma anche altre proposte presentate dal gruppo di  lavoro.  L’idea è che gli studenti dei diversi atenei continuino a inviare proposte e idee e diventino con continuità come dei consulenti per EXPO Padiglione Italia per i temi da loro trattati.

Le Università finora coinvolte sono: LUISS a Roma, Suor Orsola Benincasa di Napoli, Università degli Studi di Catania, la Scuola di Lingue e la Scuola di Cinema e Televisione di Milano, l’Accademia di Belle Arti di Firenze, l’Università di Modena e Reggio Emilia, l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Il Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale Seconda Università di Napoli, l’ Istituto Comprensivo Bergoncini Duca di Roma, la scuola alberghiera Carlo Porta di Milano.

Fra le proposte argomento dei telegiornali ricordiamo: il Tevere Taxi a Roma; Mangia&fuj, il fast food bio per bambini a Catania; il servizio sull’invasione di Arti Marziane a Firenze e quello sull’Eco Baratto a Napoli. Senza dimenticare la Tavola Accademica Itinerante a Pollenzo.

Fra i temi affrontati ci sono: la cooperazione, il volontariato, i diritti dei bambini e delle donne, la corretta alimentazione, la sostenibilità.

Partner del progetto sono state: le scuole, le ONG, Fondazioni, Articolo21 ed in particolare la Cooperazione italiana del Ministero Affari Esteri.

I TG artefatti: Stefano Scialotti racconta….

 

 

Come regista ho spesso lavorato su TG falsi o meglio artefatti, giocando su quella che è una forma di comunicazione specifica della televisione. Le news hanno una loro estetica e, quando sono ben fatte, una loro efficacia di sintesi comunicativa quasi unica. Tutti noi abbiamo una specie di imprinting da TG e siamo abituati ad ascoltarli quasi automaticamente.

Ho iniziato la mia carriera di TG artefatti all’inizio degli anni ’90 con Neonews il TG dei bambini realizzato con l’allora TG3 di Curzi e RAI3.  I bambini sono naturalmente portati alla concisione e i ritmi di un TG l’avevano quasi nel loro dna culturale. Il risultato è stato un TG fantastico, un po’ favoloso che portava con sé il messaggio forte che i media degli adulti potessero essere contaminati con le idee dei bambini. Sì perché la finalità di Neonews  era permettere ai bambini di esprimere le loro idee e proposte al di fuori di quegli schemi che spesso la società degli adulti impone loro.

È stato proprio da un bimbo di 9 anni di Reggio Calabria che ho sentito la migliore definizione di come dovrebbero essere i politici: “Onesti e … con mentalità più infantile”. L’accezione di infantile, ovviamente, in questo caso è ampiamente positiva.

Nel 2001 con la Città dei Bambini di Genova nasce il  TG_Minimo di 90 sec., monografico e su diversi temi proposti proprio dai bimbi: zainetti troppo pesanti, essere ascoltati, il tempo libero. Il TG Minimo era all’interno del TG3 delle 7 di mattina come uno dei suoi  servizi. Contaminazione dei media degli adulti raggiunta. Attraverso varie altre esperienze si arriva nel 2011 a COUNTDOWN2011_pilot in collaborazione con RAINEWS e con Italia150. Con cadenza settimanale per 15 edizioni il TG Countdown 2011 affrontava temi di politica ed economia e costume esattamente di quel giorno di 150 anni prima. I giornalisti veri  di RAINEWS recitavano se stessi, il tutto era anche  contenuto in un sito Countdown 2011.

In collaborazione con il Sistema delle Orchestre e Cori Giovanili Italiano si è realizzato uno speciale sul Concerto tenuto al Teatro Argentina di Roma per il Semestre Italiano di Presidenza Europea. Mentre con il Progetto Scuola si sono filmate alcune esperienze che hanno coinvolto scuole elementari, superiori e università.

 

 

Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.
More information Ok