CCB Cinecittà dei bambini

Il cinema e la televisione fatti con i bambini

 

Una  produzione 2002-2003 DINAMO ITALIA/ POST '99 a cura di Stefano Scialotti , Edoardo  Malagigi e Walter Baruzzi.

 

Il progetto:   film, news e video box fatti con i bambini.

I bambini fanno i registi, attori, musicisti, giornalisti, opinionisti

 

Il gioco della televisione e del cinema

Obbiettivo è coinvolgere i bambini in modo attivo a giocare con i  media.  Imparando tecniche e formati si vuol dare ai bambini la possibilità di esprimere nei loro modi, le proprie  idee ed esigenze,  e a noi adulti di recepirle.  I media spesso "usano" i bambini e la loro immagine. Qui all'opposto si vuole dare ai bambini la libertà di usare i media, per capire come funzionano,  per dire "la loro" e per divertirsi, agli insegnati di acquisire tecniche ed informazioni  specifiche del settore multimediale.

 

Il punto di vista dei bambini: macro e micro-racconto

I bambini affrontano i grandi problemi del mondo e quelli loro personalissimi e piccolissimi ponendoli sullo stesso piano, con la stessa ineffabile sincerità, sensibilità e mancanza di retorica.

 

Contaminare i media e le menti degli adulti con le idee dei bambini.

Far esprimere ai bambini le loro idee ed esigenze,  trovare i modi più efficaci per comunicarle ci pare l'altro punto qualificante del progetto.  Anzi  teniamo a precisare che il lavoro maggiore con bambini ed insegnanti non è sull'uso pratico - anche quello importante -  delle tecnologie, ma sulla creazione di racconti, sull'affabulazione mediale, sui modi più efficaci di esprimere le proprie idee usando i media

 

Il coinvolgimento dei bambini e le " regole del gioco" condivise.

Coinvolgere i bambini nel "gioco" di fare il cinema e la televisione  significa lavorare con i bambini all'analisi e decodifica dei programmi televisivi e filmici, ma in modi semplici e operativi con la finalità di creare un prodotto pensato e fatto da loro stessi. Come in tutti i giochi vanno stabilite delle regole e se il gioco è divertente, accettate e seguite. Questo schema di regole (fare i giornalisti, scrivere un testo, fare un film...) non viene imposto o dato ai bambini ma presentato come una possibilità . Quando alcuni di loro lo accettano, interloquendo anche sull'opportunità delle regole,  il gioco è fatto, si parte.

 

 

 

 

 

 

 

OBBIETTIVI E FILOSOFIA

 

Abbattimento della dipendenza

Cinecittà dei Bambini fornisce ai ragazzi strumenti di valutazione e

comprensione dei media attraverso la realizzazione partecipata di prodotti

filmici e televisivi.

Costruzione dell’autonomia

Cinecittà dei Bambini permette ai più piccoli di esprimere le loro idee e

punti di vista e agli adulti di ascoltarli e recepirli

Formazione

Cinecittà dei Bambini fornisce agli insegnanti e agli educatori strumenti di

interpretazione e di formazione per lavorare con la multimedialità insieme

ai bambini

Contaminazione

Cinecittà dei Bambini si prefigge anche lo scopo di contaminare i media

con le idee e i prodotti dei bambini

 

 

Prodotti

 

Il Cinebus dei bambini:   Uno storico autobus londinese a due piani ha girato per le scuole e per la città di Roma con una piccola troupe itinerante di registi e giornalisti. Sulle fiancate il logo e le scritte “Cinecittà dei Bambini”

 

Gli STUDIOS  Montessori.   In una sala messa a disposizione

dall'Istituto comprensivo G. Messina sono stati installati gli "studios" di

Cinecittà dei Bambini.  Realizzati dalla Gonzagarredi,  secondo caratteristiche di massima  multifunzionalità,  sono stati studio televisivo,  musicale e cinematografico.

 

Babyblob  sono state  coinvolte 5 scuole  con ragazzi tra i 10 e i 12 anni

per un progetto di analisi e sintesi dei programmi televisivi. Ogni ragazzo ha portato i suoi 90 secondi di baby blob scelti tra una serie di programmi  decisi insieme agli operatori.

.

Due film corti durata 6' cad.

2 gruppi di circa 6 bambini,  hanno progettato due storie basandosi sulle scenografie  "vecchie" di Cinecittà. I bambini hanno recitato le storie poi riprese  e montate. Le musiche dei film sono state realizzate dai corsi di musica

 

 

11  REPORTAGES   (10' cad ca)

 

1) Che cos’è Cinecittà dei Bambini?

 

2) Giocattoli  

 

3) Giornata dei diritti dei bambini 

 

4) Troppi oggetti? 

 

5) TV o lettura?

 

6) Explora 

 

7) Essere ascoltati

 

8) babybloab magazine

 

9) Il calcio

 

10) I Videogiochi

 

11) Spazi, oggetti e Maria Montessori 

 

 

VIDEOBOX  2' cad

 

1) Che oggetto porteresti su un'isola deserta?

2) Cosa vuoi fare a CCB?

3) Cosa ti aspetti da CCB?

4) Amore 1

5) Amore 2

6) Sogni

7) Preferisci il punto o il punto e virgola?

8) Le idee dei bambini

9) Ti senti ascoltato1?

10) Ti senti ascoltato2?

11) Preferisci essere adulto o bambini?

12) Noia1

13) Noia 2

14) TG

 

 

I bambini coinvolti

Oltre 500 di età tra i 9 e gli 12 anni

Le Scuole di Roma Cinecittà e Roma centro coinvolte sono:

Istituto comprensivo G. Messina, Scuole Elem. M. Bosco, De Filippo, via

Fadda, scuola media A. Schwaitzer, Ist. Comprensivo Visconti, Scuola

Media Visconti, Scuola El. Gianturco, Scuola El. Trento e Trieste, Scuola

Media G. Mazzini. Scuola media e elementare di Gonzaga, Mantova. Casa dei Bambini Montessori di Mantova.

Gli spazi sono: Istituto Luce - Centro giovanile "Batti il tuo tempo",

Cinecittà Studios, Scuola El. M. Bosco.

 

 

Distribuzione e diffusione

RAISAT Ragazzi

 

 

 

 

 

 

Partner   

 

Comune di Roma, Assessorati alle Politiche

Educative e Scolastiche e alle Politiche di Promozione

dell'Infanzia e della Famiglia

 

X Municipio di Cinecittà.

 

Cinecittà Holding

 

RAISAT Ragazzi

 

Gonzagarredi

 

Anci/Camina

 

Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia

 

 

 

 

Credits

 

Ideazione e regia Stefano Scialotti

Fotografia  Walter Balducci

Direttore di produzione Enrico Zanchini

Editing  Mario Chavarria