Stefano Ussi

An Italian Painting at the Court of the Sultan.

 

Un film documentario di 30’

 

Un   film-biografia 

Il filmato qui definito biografia, si basa su due canoni principali : 

-         la storia del dipinto Viaggio alla Mecca partendo anche dai meravigliosi acquarelli e disegni preparatori conservati agli Uffizi

-         la biografia di Ussi,  pittore orientalista che realmente ha viaggiato e conosciuto l’Oriente,  interpretata al fine di raccontare l’origine e la storia di quel quadro.

 

Formato e forme comunicative

Il formato è quello di un reportage di giornalismo colto investigativo sulla genesi dell’opera del celebre orientalista italiano, esposta nel Palazzo del Dolmabahce di Istanbul.

La forma comunicativa , con un uso opportuno delle nuove tecnologiche, è  quella del racconto, che senza nulla togliere alla scientificità e storicità del prodotto cerca di coinvolgere il pubblico in modo emotivo

 

Realizzazione: un filmato in video compositing

I repertori e le fonti per realizzare il filmato sono in sostanza quadri, grafiche e stampe, in alcuni casi vecchie foto dell’epoca.  A questi vanno aggiunti filmati di repertorio e infine le riprese agli Uffizi, a Istanbul a Roma.

Il filmato ha varie parti in video compositing  realizzate da Giuseppe Polegri .

 

Un racconto con un affabulatore

Un attore speaker è la voce narrante, ma anche il volto della narrazione.

In un contesto neutro l’attore svolge il ruolo appunto di affabulatore che racconta i fatti come se fosse un giornalista di una grande network TV.

 

 

Credits

 

Testi e curatela scientifica Antonella Fusco

Ideazione e regia Stefano Scialotti

Graphic design Giuseppe Polegri

Fotografia Walter Balducci e Stefano Scialotti

Editing Diego Glickman

Un film realizzato per il Ministero Affari Esteri in collaborazione con il MIBAC